domenica,Giugno 20 2021

Ex “Bruzzano”, il Comune di Vibo decide per ulteriori lavori all’edificio

La giunta Limardo approva il progetto definitivo. I fondi arriveranno dalla Regione Calabria. Il palazzo, già ristrutturato in passato, dovrebbe essere consegnato alla direzione del Conservatorio di Musica “Fausto Torrefranca”

Ex “Bruzzano”, il Comune di Vibo decide per ulteriori lavori all’edificio
L'imponente facciata dello storico edificio dell'ex scuola "Bruzzano"

Ulteriori interventi da eseguire sullo storico edificio della ex scuola “Bruzzano”, già convento di San Giuseppe, oggetto negli anni passati di importanti lavori di riqualificazione e recupero. Lo ha deciso l’amministrazione comunale di Vibo Valentia al fine di migliorare ulteriormente l’antico Palazzo che entro l’anno o, al massimo, con l’inizio del nuovo – salvo ripensamenti dell’ultima ora – dovrebbe essere ufficialmente consegnato alla direzione del Conservatorio di Musica del capoluogo “Fausto Torrefranca”. La giunta di Palazzo Luigi Razza ha, dunque, approvato nel fine settimana il progetto definitivo inerente “L’intervento di miglioramento dell’attrattività dell’edificio pubblico di proprietà comunale denominato scuola “Bruzzano”. L’importo complessivo dei lavori è di 700.000 euro e, una volta che la Regione Calabria avrà finanziato gli interventi (ma i fondi, dovrebbero essere già disponibili), il progetto in questione sarà inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche del Comune. Il responsabile unico del procedimento è stato individuato nella figura dell’architetto Giuseppe Petruzza, dipendente di Palazzo Razza. [continua in basso]

Ma perché si è voluto procedere con altri lavori? A spiegarlo è la stessa amministrazione nella delibera di approvazione del progetto da parte dell’esecutivo targato Maria Limardo. Nel documento viene innanzitutto ricordato che «il Comune di Vibo Valentia ha già ultimato i lavori dell’intervento di “Adeguamento sismico e recupero della scuola media Bruzzano”, finanziato con i fondi strutturali del PorCalabria Asse-Città 2000/2006, e con quelli riassegnati con apposita ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13 gennaio del 2006, a cui ha fatto seguito la convenzione stipulata il 24 aprile 2009 tra la Regione Calabria e il Comune di Vibo Valentia». 

Ma poi ecco la novità: la Regione Calabria tempo addietro ha, infatti, comunicato all’amministrazione «di avere avviato una ricognizione per l’individuazione delle operazioni da finanziare con progetti non interamente coperti dalla Politica di coesione». Ha, quindi, invitato il Comune di Vibo «a trasmettere interventi finanziabili, ma – hanno avvertito dalla Cittadella – dotati almeno di progettazione definitiva». A questo punto, – si legge sempre nel testo della delibera – «considerato che è stato redatto dall’Ufficio tecnico comunale competente il progetto di fattibilità tecnica-economica, inerente appunto gli interventi di miglioramento dell’attrattività dello storico edificio della “Bruzzano”», l’amministrazione di Palazzo Razza ha colto l’occasione al volo e, pertanto, è bastato solo portare il progetto in giunta e approvarlo prima di trasmetterlo alla Regione per la richiesta dei fondi. Una buona opportunità, insomma, colta appieno dall’esecutivo del capoluogo che, una volta portate a casa le risorse finanziarie, potrà apportare ulteriori miglioramenti all’antico e prestigioso edificio.

Articoli correlati

top