Violazione della sorveglianza, assolto 30enne di Soriano Calabro

Era stato posto ai domiciliari il 19 maggio e poi rimesso in libertà dopo la convalida dell’arresto. Manca l’abitualità della condotta richiesta dalla norma per integrare il reato

Era stato posto ai domiciliari il 19 maggio e poi rimesso in libertà dopo la convalida dell’arresto. Manca l’abitualità della condotta richiesta dalla norma per integrare il reato

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Assoluzione per Filippo Mazzotta, 30 anni, di Soriano Calabro, arrestato il 19 maggio scorso dai carabinieri con l’accusa di violazione della sorveglianza speciale in quanto sorpreso in compagnia di un pregiudicato. Al termine di un processo celebrato con rito abbreviato e che veniva da una direttissima, il Tribunale monocratico di Vibo Valentia, presieduto dal giudice Marina Russo, ha mandato assolto l’imputato, difeso dall’avvocato Giuseppe Orecchio che è riuscito a dimostrare la non abitualità delle condotte di Filippo Mazzotta, requisito richiesto dalla norma per la punibilità della violazione della sorveglianza speciale. Il pm Nusdeo, al termine della requisitoria, aveva chiesto la condanna di Filippo Mazzotta ad un anno ed 8 mesi. 

Informazione pubblicitaria

 LEGGI ANCHE: Violazione della sorveglianza, un arresto a Soriano

Convalida arresto e ritorno in libertà per 30enne di Soriano