Stalking all’ex fidanzata: condanna per un giovane vibonese

Assolto invece per altri episodi contestati fra cui il danneggiamento dell’auto della madre della ragazza

Assolto invece per altri episodi contestati fra cui il danneggiamento dell’auto della madre della ragazza

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un anno e sei mesi per stalking. Questa la condanna inflitta dal Tribunale monocratico di Vibo Valentia (giudice Graziamaria Monaco) a Saverio Lacquaniti, 23 anni, di San Gregorio d’Ippona, arrestato nel maggio dello scorso anno per una serie di atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata. Il pm, al termine della requisitoria, aveva chiesto la condanna a 5 anni e 4 mesi di reclusione. Saverio Lacquaniti, secondo l’accusa, dal gennaio dello scorso anno avrebbe percosso, pedinato, minacciato e molestato l’ex fidanzata, cagionandole un perdurante e grave stato d’ansia e paura ed un fondato timore per l’incolumità propria, dei suoi familiari, dei suoi amici e conoscenti, costringendola ad alterare le proprie abitudini di vita. Il primo maggio dello scorso anno, anche l’incendio dell’auto della madre della vittima. Difeso dagli avvocati Francesco Stilo e Lucio Aragona, l’imputato è stato condannato solo per alcuni episodi di stalking, assolto da altri ed assolto anche per l’incendio all’auto della madre dell’ex fidanzata. 

Informazione pubblicitaria