Affitta case vacanza a Tropea, ma è una truffa, denunciato 28enne

Foto panoramiche, prezzo conveniente ma necessità di versare una caparra per bloccare l’affare. Scovato dai carabinieri e deferito alla Procura

Foto panoramiche, prezzo conveniente ma necessità di versare una caparra per bloccare l’affare. Scovato dai carabinieri e deferito alla Procura

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Non era né il proprietario e neppure il delegato a trattare affitti e trattenere caparre. Ma quelle case – fra cui una splendida villa con vista mozzafiato a Tropea – erano finite ugualmente su noto sito on line dove ne veniva annunciato l’affitto per tutto il periodo estivo a prezzi stracciati. Per bloccarla era però necessario versare una caparra, pattuita mediante una ricarica prepagata intestata al truffatore. Incassato il denaro, il giovane 28enne faceva quindi perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile su tutte le utenze precedentemente fornite a tutti coloro che avevano versato la caparra. Depositate le prime denunce contro ignoti, a scovarlo sono stati i carabinieri di Lungro. Nel corso delle indagini eseguite dai militari dell’Arma sarebbero emersi inconfutabili elementi di reità nei confronti del giovane, C.E., 28 anni, di Napoli, deferito alla Procura di Avellino per il reato di truffa. Le denunce sono partite una volta che il giovane, dopo aver incassato i soldi attraverso la ricarica prepagata, puntualmente spariva da tutte le utenze telefoniche fornite. Per attirare i potenziali vacanzieri desiderosi di passare un periodo di riposo a Tropea, sul sito on line accanto all’offerta erano state caricate non poche foto panoramiche della Perla del Tirreno e del suo mare cristallino. Una truffa che sarebbe andata avanti per diverso tempo e che è stata fermata solo grazie all’intervento dei carabinieri. 

Informazione pubblicitaria