Aggressioni a bambini, ciclisti e cani domestici: a San Calogero è allarme randagismo

Diversi gli episodi segnalati in paese dove da qualche tempo alcuni branchi si aggirano indisturbati. Avviata una raccolta firme per chiedere l’intervento delle autorità competenti. ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE IMMAGINI CHE POTREBBERO TURBARE LA VOSTRA SENSIBILITA’

Diversi gli episodi segnalati in paese dove da qualche tempo alcuni branchi si aggirano indisturbati. Avviata una raccolta firme per chiedere l’intervento delle autorità competenti. ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE IMMAGINI CHE POTREBBERO TURBARE LA VOSTRA SENSIBILITA’

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

E’ allarme randagismo a San Calogero. Branchi di cani di media e grossa taglia si aggirano indisturbati per le vie del paese, suscitando non poca apprensione e timore nei residenti per il pericolo di potenziali aggressioni. E’ notizia di pochi giorni fa che uno di questi branchi, nei pressi della Stazione dei carabinieri, avrebbe tentato di assalire un bambino intento a giocare per strada. Sempre nella stessa zona, un volpino di proprietà di una famiglia del posto (foto in basso) è stato attaccato, azzannato e ucciso, ad opera, probabilmente, dello stesso gruppo di quadrupedi. Non più tardi di un mese fa un ciclista settantenne svizzero, che si trovava a pedalare tra San Calogero e Calimera, è caduto rovinosamente dalla bicicletta per sfuggire all’aggressione di alcuni randagi. Per il malcapitato ciclo-viaggiatore elvetico, a seguito delle gravissime ferite riportate, è stato necessario il trasporto in elisoccorso all’ospedale Pugliese di Catanzaro.

Informazione pubblicitaria

Altri attacchi ad opera di randagi o di cani di proprietà incustoditi, con e senza conseguenze per le persone, sono stati segnalati in passato, nei pressi del cimitero, in località Calderaro e Casalello. A seguito di questi incresciosi e ripetuti episodi un nutrito gruppo di cittadini si è organizzato con una raccolta firme per chiedere alle autorità competenti un intervento risolutore del problema. Più in dettaglio, è stata protocollata negli uffici del Comune di San Calogero una denuncia, in cui si esprime “viva preoccupazione per la continua presenza di randagi e cani domestici incustoditi che mettono a repentaglio l’incolumità dei residenti e di altri animali da compagnia”. Per tutto questo, i firmatari chiedono alle istituzioni di “intervenire con somma urgenza” a tutela della sicurezza e tranquillità dei cittadini.

LEGGI ANCHE: Inseguito dai cani cade dalla bicicletta, grave 67enne svizzero in vacanza nel Vibonese