Ai domiciliari con un’arma da guerra, nei guai 45enne di Vibo Marina

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di detenzione illegale di una pistola tedesca con matricola abrasa e del relativo munizionamento

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di detenzione illegale di una pistola tedesca con matricola abrasa e del relativo munizionamento

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri delle Compagnie di Vibo Valentia e di Tropea hanno dato vita, coadiuvati dal personale dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria, ad una serie di controlli incrociati in alcune abitazioni ubicate nei comuni di Vibo Valentia, frazione Marina, Mileto e San Calogero. L’attività, svolta nella mattinata di oggi, sabato 30 giugno, è stata finalizzata a prevenire e contrastare il fenomeno della detenzione illegale di armi e si inserisce in una serie di servizi pianificati dal Comando provinciale di Vibo Valentia. In particolare sono state controllate sia le abitazioni di persone con reati specifici in materia, sia quelle dei titolari di porto d’armi, il tutto al fine di verificare la corretta detenzione delle armi. Il servizio in questione ha permesso di rinvenire a Vibo Marina una pistola clandestina “Walter P. 38” (arma in uso alle truppe tedesche durante la II Guerra Mondiale) con matricola abrasa equipaggiata con caricatore e otto colpi calibro 9. L’arma da guerra è risultata illegalmente detenuta da Leonardo Fazio, 45 anni, con vari precedenti di polizia, il quale al momento del controllo era già sottoposto al regime degli arresti domiciliari. L’uomo è stato pertanto tratto in arresto dai militari dell’Arma dellazione di Vibo Marina, diretti dal maresciallo Riccardo Astorina, per la detenzione di arma clandestina in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria. Leonardo Fazio era stato arrestato il 12 giugno scorso insieme al fratello Giuseppe per l’illecita coltivazione di 400 piante di marijuana in un terreno di Longobardi.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Piantagione di marijuana a Longobardi, i fratelli Fazio lasciano il carcere

Sorpresi ad annaffiare 400 piante di marijuana, arrestati due fratelli a Longobardi (FOTO/VIDEO)