In auto con il cognato 95enne pregiudicato, arrestato Giovanni Mancuso

Doppia violazione della sorveglianza speciale per l’esponente della famiglia di Limbadi fermato dai carabinieri a Rombiolo

Doppia violazione della sorveglianza speciale per l’esponente della famiglia di Limbadi fermato dai carabinieri a Rombiolo

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Violazione della sorveglianza speciale. Con questa accusa i carabinieri hanno tratto in arresto Giovanni Mancuso, 77 anni, di Limbadi, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, sorpreso fuori dal territorio comunale di Limbadi. Più precisamente, è stato fermato in auto nel territorio di Rombiolo in compagnia del cognato di 95 anni, con vecchi precedenti penali al quale non avrebbe potuto accompagnarsi in forza del regime di sorveglianza speciale al quale è sottoposto che gli vieta la frequentazione con pregiudicati. In auto erano presenti anche la moglie di Giovanni Mancuso e la sorella. In attesa delle determinazioni della magistratura di Vibo Valentia, è stato posto agli arresti domiciliari. E’ difeso dagli avvocati Francesco Stilo e Francesco Schimio. Giovanni Mancuso (in foto) è stato condannato dal Tribunale collegiale di Vibo Valentia a 9 anni di reclusione per il reato di usura al termine del processo nato dall’operazione denominata “Black money”.  Nei suoi confronti il pm Marisa Manzini aveva chiesto ben 29 anni di reclusione, ma l’accusa di associazione mafiosa per Giovanni Mancuso non ha retto all’esame dei giudici. Il verdetto è stato appellato. Altri 6 anni di reclusione per associazione mafiosa Giovanni Mancuso li ha invece rimediati in primo grado a Vibo nel processo nato dall’operazione denominata “Genesi”. In appello è stato però assolto. Nel maggio del 2017, Giovanni Mancuso è stato assolto anche dal processo nato dall’operazione antimafia denominata “Impeto”. Nei suoi confronti, l’accusa aveva chiesto 12 anni di carcere per usura ed estorsione. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Il “sogno proibito” di Emanuele Mancuso rivelato all’alleato Leone Soriano

Emanuele Mancuso e quella bomba regalata a Giuseppe Soriano (VIDEO)

Processo “Black money” al clan Mancuso, sentenza della Cassazione

‘Ndrangheta: “Black money”, il pm presenta appello per 7 imputati

‘Ndrangheta, sentenza “Black money” sul clan Mancuso: “Vuoto probatorio”

‘Ndrangheta: “Black money”, ecco i motivi della sentenza contro il clan Mancuso