Mare sporco a Coccorino, le proteste e le foto inviate dai lettori

Nel torrente Mandricelle da qualche giorno il Comune di Ricadi ha deciso di deviare gli scarichi dei reflui depurati dell’impianto di Santa Maria. Solo una coincidenza?

Nel torrente Mandricelle da qualche giorno il Comune di Ricadi ha deciso di deviare gli scarichi dei reflui depurati dell’impianto di Santa Maria. Solo una coincidenza?

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Da un gruppo di lettori riceviamo e pubblichiamo: “Gentile redazione, dopo aver letto l’articolo del Il Vibonese del 6 luglio scorso sulla deviazione nel torrente Mandricelle che sfocia a mare a Coccorino degli scarichi dei reflui depurati provenienti dall’impianto di Santa Maria di Ricadi e che tratta pure i reflui dei comuni di Joppolo e Spilinga, inviamo delle foto emblematiche, scattate con l’ausilio di un piccolo drone, sulla situazione che si registra proprio a Coccorino domenica 8 luglio alle ore 11. Sarà una coincidenza, ma questa è la situazione a mare oggi a Coccorino: sporcizia, una lunga scia di liquami in superficie e quella che sembra proprio essere fogna. Non siamo dei chimici o degli esperti in potabilità delle acque, ma di certo non ci sembra il mare sia oggi pulito. Ripetiamo, sarà forse solo una coincidenza, ma venerdì abbiamo letto su Il Vibonese dell’ordinanza del sindaco del Comune di Ricadi con la quale è stato deciso di deviare con un by-pass le acque reflue degli scarichi nel torrente Mandricelle, per permettere la riparazione della condotta sottomarina di Santa Maria, ed oggi questa è la situazione a Coccorino di Joppolo. Di certo il bagno in questo mare ed in queste condizioni non lo fa nessuno. Di sicuro una cosa è scaricare attraverso una condotta sottomarina a 300 metri dalla riva, un’altra in un torrente che finisce direttamente a mare alla riva. Saranno anche reflui ed acque depurate, come sostiene il Comune di Ricadi, ma oggi – e speriamo sia solo una coincidenza – il mare si presenta in queste condizioni. Speriamo che chi di dovere intervenga e faccia luce sull’intera vicenda”.  LEGGI ANCHE: Capo Vaticano: ancora rotta a Santa Maria la condotta dei reflui del depuratore 

Informazione pubblicitaria