Carattere

Sette le unità ippomontate che affiancheranno gli uomini della Compagnia guidata dal comandante Marco Di Caprio nella perlustrazione del vasto comprensorio. Saranno attive tra luglio e agosto soprattutto alla ricerca di coltivazioni di stupefacente 

Carabinieri a cavallo
Cronaca

Nell’immaginario collettivo è la versione romantica del Carabiniere in divisa. La più affascinante. Ma anche e soprattutto un reparto militare ad altissima specializzazione. Da qualche giorno impegnato per la prima volta anche nel territorio delle Serre e delle Preserre vibonesi, talvolta impossibile da penetrare con mezzi motorizzati e uomini appiedati. Sette le unità impegnate nel Vibonese, coordinate dal capitano Fabiola Garello, ufficiale del 4° Reggimento Carabinieri a cavallo di Roma, che vanno ad aggiungersi ai reparti ippomontati già operativi in provincia di Reggio e Cosenza. Avreanno il compito, soprattutto, di perlustrare il territorio alla ricerca di coltivazioni illecite di sostanze stupefacenti e di effettuare servizi di polizia giudiziaria. Gli ulteriori particolari sulla tipologia d’impiego e di servizio che verrà svolta da questo Reparto sono stati resi noti nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina al Comando provinciale dei carabinieri di Vibo Valentia alla presenza, oltre che della Garello, del comandante della Compagnia di Serra San Bruno, Marco Di Caprio.