Vibo Marina: muore mentre pulisce i vetri, la Procura sequestra la salma

L’incidente, costato la vita ad una donna di 61 anni, si è verificato ad inizio mese. L’elisoccorso era stato costretto ad atterrare sul piazzale antistante la Capitaneria di porto

L’incidente, costato la vita ad una donna di 61 anni, si è verificato ad inizio mese. L’elisoccorso era stato costretto ad atterrare sul piazzale antistante la Capitaneria di porto

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si è spenta oggi a causa della gravità delle ferite riportate l’1 luglio scorso Silvana Fullone, 61 anni, di Vibo Marina, caduta mentre stava pulendo i vetri di una farmacia. Le sue condizioni erano subito apparse gravi, tanto da riportare un trauma cranico ed una sospetta frattura a livello spinale. L’incidente si era verificato intorno alle ore 10.30. Tempestivo era stato l’intervento del personale del 118, che in pochi minuti ha organizzato il trasferimento della paziente all’ospedale “Pugliese” di Catanzaro per le cure del caso, dove è stata poi sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. L’elisoccorso, nell’occasione, era stato costretto ad atterrare sul piazzale antistante la Capitaneria di porto di Vibo Marina. Il velivolo doveva atterrare, invece, all’interno del campo sportivo, ma ciò non era avvenuto per via dell’impossibilità di contattare il custode. La Procura di Vibo Valentia, per luce su eventuali responsabilità nel decesso della donna, ha aperto un fascicolo d’inchiesta disponendo il sequestro della salma per procedere con l’esame autoptico. Solo al termine delle operazioni medico-legali la salma sarà restituita ai familiari per i funerali. 

Informazione pubblicitaria