Lavoro nero a Tropea e dintorni, scoperti 17 irregolari

Controlli della Guardia di Finanza sui cantieri edili. Sanzioni amministrative sino a 51mila euro

Controlli della Guardia di Finanza sui cantieri edili. Sanzioni amministrative sino a 51mila euro

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La Tenenza della Guardia di Finanza di Tropea, sotto la direzione del Comando provinciale di Vibo Valentia, nell’ambito dei servizi istituzionali mirati a fronteggiare il fenomeno del lavoro irregolare ha effettuato numerosi controlli sui cantieri edili a Tropea e nelle località limitrofe. I riscontri operativi hanno messo in evidenza una rilevante mole di “sommerso di lavoro”, che tende ad accentuarsi durante la stagione estiva. I controlli, che hanno interessato circa 10 cantieri edili, di cui due in Tropea, hanno portato alla scoperta di circa 20 lavoratori in nero ed all’irrogazione, nei confronti delle imprese edili che li hanno utilizzati, di sanzioni amministrative sino a 51 mila euro. Molti dei cantieri ispezionati erano stati allestiti per la realizzazione di strutture di accoglienza ricettiva a conduzione familiare (“Bed and Breakfast”). L’attività della Guardia di finanza va nella direzione di prevenire e reprimere l’impiego di manodopera in nero (spesso senza adeguate garanzie per la sicurezza dei lavoratori) alla quale fanno ricorso imprese che, abbattendo i costi del personale, di fatto, falsano la leale concorrenza di mercato. 

Informazione pubblicitaria