giovedì,Luglio 29 2021

Narcotraffico con i clan di Lamezia, assolto Salvatore Ascone

Il 54enne di Limbadi resta imputato in altra operazione antimafia, mentre nei suoi confronti è stata annullata la misura cautelare per la scomparsa di Maria Chindamo

Narcotraffico con i clan di Lamezia, assolto Salvatore Ascone
Salvatore Ascone

C’è anche Salvatore Ascone, 54 anni, di Limbadi, alias U Pinnularu, fra gli assolti nel processo celebrato con rito abbreviato dinanzi al gup distrettuale, Gaia Sorrentino, nell’ambito dell’operazione “Bianco e nero” contro il clan Giampà di Lamezia Terme. Ascone era accusato di associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico ed in particolare di aver fornito sostanze stupefacenti al clan Giampà di Lamezia Terme. Accusa che non ha retto al vaglio del giudice che ha accolto le argomentazioni difensive degli avvocati Francesco Sabatino e Salvatore Staiano. Nei suoi confronti la Dda di Catanzaro aveva chiesto la condanna a 12 anni di reclusione. [Continua in basso]

Salvatore Ascone

L’organizzazione ruotante attorno al clan Giampà avrebbe avuto il controllo del narcotraffico nell’area di Lamezia in un arco temporale ricompreso fra il tra il 2004 e il 2012, con capacità di approvvigionamento nelle province Vibo Valentia (Maierato e Limbadi), Reggio Calabria (Rosarno), Cosenza, Crotone e Milano.
Salvatore Ascone è ancora imputato nel processo nato dall’operazione antimafia Perseo. Indicato come soggetto vicino al gruppo del boss di Limbadi Giuseppe Mancuso, alias ‘Mbrogghja, avrebbe rifornito in questo caso il clan Giampà di stupefacenti nel periodo compreso tra il 2005 e il 2010. Ascone resta inoltre indagato a piede libero per la scomparsa e l’omicidio di Maria Chindamo. Il Tribunale del Riesame per tale vicenda ha annullato la misura cautelare a suo carico e la Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso della Procura di Vibo.

LEGGI ANCHE: Scomparsa di Maria Chindamo, la Cassazione: «La telecamera di Ascone non è stata manomessa»

Rinascita Scott: Emanuele Mancuso e i tradimenti in famiglia discussi in un summit

Articoli correlati

top