domenica,Ottobre 17 2021

Rinascita Scott: accolta la ricusazione del giudice per l’imputato Mommo Macrì

Decisione della Cassazione in accoglimento di un ricorso dei difensori. Il gup distrettuale Claudio Paris non potrà emettere sentenza nei confronti dell’imputato. Ecco le ragioni

Rinascita Scott: accolta la ricusazione del giudice per l’imputato Mommo Macrì
Domenico Macrì

La sesta sezione della Cassazione, accogliendo il ricorso degli avvocati Francesco Sabatino e Salvatore Sorbilli, ha annullato senza rinvio la decisione con la quale la Corte d’Appello di Catanzaro aveva respinto la ricusazione del gup distrettuale, Claudio Paris, rispetto alla posizione di Domenico Macrì, 37 anni, di Vibo Valentia, fra i principali imputati dell’abbreviato e ritenuto dalla Dda fra i promotori del clan Macrì-Camillo-Pardea operante nella città capoluogo. La difesa aveva rilevato l’incompatibilità del giudice Paris a celebrare il giudizio abbreviato poiché nelle funzioni di gip aveva autorizzato un’attività intercettiva relativa alla posizione del ricorrente. L’intercettazione era stata disposta dal gip in un procedimento inizialmente iscritto a carico di ignoti con delle ipotesi di reato poi ascritte a Domenico Macrì. [Continua in basso]

Per capire gli effetti che la decisione della Cassazione potrà avere sul processo a carico di Mommo Macrì bisognerà attendere le motivazioni dei giudici della Cassazione anche se allo stato rimane preclusa al gup Claudio Paris la possibilità di emettere sentenza nei confronti dell’imputato che dal marzo scorso si trova detenuto in regime di carcere duro (41 bis dell’ordinamento penitenziario). Nei suoi confronti, la Dda di Catanzaro nel processo Rinascita Scott ha chiesto la condanna a 20 anni di reclusione per associazione mafiosa, estorsione, detenzione illegale di armi, tentato omicidio e altri reati. In passato Macrì è stato già condannato nel processo nato dall’operazione antimafia “Goodfellas” per aver fatto parte della cosca Lo Bianco-Barba ed in particolare del gruppo diretto da Andrea Mantella (attuale collaboratore di giustizia).

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott: disposto il carcere duro per Mommo Macrì

“Rimpiazzo”, Moscato accusa: «Michele Fiorillo criminale di serie A con molti omicidi»

Articoli correlati

top