Detenzione illegale di esplosivi: obbligo di firma per 32enne di Francica

Arrestato convalidato dal gip del Tribunale di Vibo Valentia che ha disposto la scarcerazione

Arrestato convalidato dal gip del Tribunale di Vibo Valentia che ha disposto la scarcerazione

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

E’ stato convalidato dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, Marina Russo, l’arresto di Emanuele Carello, 32 anni, di Francica, arrestato martedì sera dalla polizia della Questura di Catanzaro (Nucleo artificieri), per detenzione illegale di ingenti quantitativi di materiale esplodente. A seguito di una perquisizione nella propria abitazione e nel deposito di esplosivi di località Parrotta (il 32enne è un fuochista di professione impegnato con i fuochi pirotecnici in diverse feste di paese), Carello è stato trovato in possesso di cinque chili di polvere nera, esplosivi deflagranti e di altri fuochi di cui una parte professionale ed una parte di produzione clandestina, per circa 450 chili di peso complessivo, ritenuti pericolosi per fattura e modalità di conservazione (detenuti in modo promiscuo, senza condizioni di sicurezza ed in spazi ristretti). Il giudice in punto di gravità indiziaria fa osservare che l’indagato non ha fornito nell’immediatezza dei fatti nessuna giustificazione o ricostruzione alternativa e quindi vi sarebbe consapevolezza dell’illecita condotta, mentre altre dichiarazioni rese nel corso dell’interrogatorio di garanzia devono essere riscontrate e meritano un doveroso approfondimento investigativo. Per quanto attiene la misura cautelare, il giudice ha disposto per Carello in accoglimento dei rilievi degli avvocati Giuseppe Monteleone e Giuseppe Pasquino (l’indagato è incensurato) la scarcerazione e l’obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria per la firma. Il pm aveva chiesto la custodia in carcere. 

Informazione pubblicitaria