Addio all’atleta Marcello Mondello, Piscopio e Vibo Marina in lutto

Il 45enne, affermato pongista vibonese, non è riuscito a superare i traumi dell’incidente stradale in cui era rimasto coinvolto lo scorso 14 luglio a Bivona

Il 45enne, affermato pongista vibonese, non è riuscito a superare i traumi dell’incidente stradale in cui era rimasto coinvolto lo scorso 14 luglio a Bivona

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Se n’è andato via in una calda sera d’agosto, dopo la lunga agonia seguita al terribile incidente stradale che lo aveva visto coinvolto il 14 luglio scorso, quando con la sua Opel Adam andò a sbattere contro un’altra auto ferma in strada a Bivona. Quelle ferite gli sono risultate fatali e Marcello Mondello, fisioterapista e affermato nome del tennistavolo vibonese, fratello dell’olimpionico Massimiliano, ha dovuto arrendersi intorno alle 23 di ieri sera. Quarantacinque anni, numerosi successi sportivi alle spalle, non è riuscito a vincere la partita più grande, arrendendosi alla morte sopraggiunta nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Vibo dove era stato ricoverato nell’immediatezza dello schianto. Commozione nelle comunità di Piscopio, paese del quale era originario, e in quella di Vibo Marina sua cittadina d’adozione, che ora si stringono alla famiglia dell’atleta tesserato con la società Tennistavolo Piscopio ma che in passato aveva vestito anche la casacca della Nazionale partecipando a Mondiali ed Europei. Affranto anche il movimento pongistico nazionale che ha fatto pervenire la propria vicinanza ai fratelli Massimiliano e Gerardo, entrambi atleti professionisti nel tennistavolo, Rosario e Michele, quest’ultimo calciatore. I funerali sono previsti per domani, martedì 7 agosto, alle 17, nella chiesa di Maria Santissima del Rosario di Pompei a Vibo Marina. Alla famiglia giungano anche le condoglianze della testata “Il Vibonese” e del suo editore Domenico Maduli. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Incidente stradale a Bivona, grave un 44enne a bordo della sua auto