Vallelonga, individuata e distrutta piantagione di cannabis

La coltivazione è stata intercettata da un elicottero e poi scovata dai carabinieri a cavallo. Indagini in corso per risalire ai responsabili 

La coltivazione è stata intercettata da un elicottero e poi scovata dai carabinieri a cavallo. Indagini in corso per risalire ai responsabili 

Informazione pubblicitaria
La piantagione individuata a Vallelonga
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno hanno rinvenuto a Vallelonga, in località Marino, una piantagione di circa 140 piante di canapa indiana. La coltivazione illecita è stata individuata grazie all’ausilio di un elicottero dell’Arma e poi raggiunta dai militari del 4° Reggimento carabinieri a cavallo che, dopo aver rilevato le giuste coordinate ed il percorso idoneo per il raggiungimento della stessa, hanno chiamato in causa i colleghi di Serra San Bruno i quali, per giorni, hanno osservato i movimenti effettuati all’interno della piantagione. Allo stato nessun fermo è stato eseguito, ma le indagini sono in corso per individuare i responsabili. Le piante avevano un’altezza variabile tra i 100 e i 170 centimetri, tutte rigogliose e ben occultate tra i rovi e la fitta vegetazione. L’intero raccolto, dopo essere stata sequestrato, è stato immediatamente distrutto su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Mongiana, marijuana tra i boschi: rinvenute 500 piante di cannabis