Cinquanta chili di botti illegali tenuti tra abitazioni e scuole, denunciato 64enne di Nicotera

I carabinieri di Tropea hanno riscontrato una situazione di assoluto pericolo contraria alle disposizioni di legge e hanno sequestrato il materiale 

I carabinieri di Tropea hanno riscontrato una situazione di assoluto pericolo contraria alle disposizioni di legge e hanno sequestrato il materiale 

Informazione pubblicitaria
I fuochi sequestrati a Nicotera
Informazione pubblicitaria

Nella giornata di ieri, a Nicotera, i carabinieri della Compagnia di Tropea e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria hanno dato vita ad un vasto servizio finalizzato alla ricerca di armi e munizioni illegalmente detenute. Al termine dello stesso, i militari hanno deferito in stato di libertà un 64enne del luogo, poiché, ad esito di perquisizione domiciliare, estesa anche ad un attiguo deposito di attrezzature varie, hanno rinvenuto diverse batterie di fuochi d’artificio, confezionate artigianalmente dallo stesso, del peso complessivo di 50 chili, catalogate tra quelle la cui detenzione è soggetta al possesso di apposito brevetto ed autorizzazione prefettizia, il tutto detenuto nelle vicinanze di un istituto scolastico e di abitazioni, quindi in una situazione di assoluto pericolo e contrario alle disposizioni vigenti sul deposito di tali artifizi. Il materiale esplodente è stato pertanto sottoposto a sequestro

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEKalashnikov, pistola a salve ed esplosivo occultati tra i rovi a Nicotera