mercoledì,Luglio 28 2021

Sorvegliato speciale si allontana da Vibo per andare a Pizzo, arrestato

Alla vista dei carabinieri si è dato a precipitosa fuga per far rientro nella propria abitazione. Ha precedenti per associazione mafiosa

Sorvegliato speciale si allontana da Vibo per andare a Pizzo, arrestato

Violazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Questa l’accusa per la quale i carabinieri hanno arrestato Domenico Macrì, detto Mommo, 34 anni, di Vibo Valentia, individuato a Pizzo e dunque fuori dal comune di soggiorno. Alla vista dei militari dell’Arma, Mommo Macrì si è dato a precipitosa fuga, ma è stato rintracciato ieri sera dagli stessi carabinieri all’interno della propria abitazione a Vibo nella quale, nel frattempo, aveva fatto rientro. In attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari. E’ difeso dall’avvocato Francesco Sabatino. Il 34enne è stato condannato nel 2013 in via definitiva a 6 anni di reclusione per il reato di associazione mafiosa al termine dell’operazione denominata “Goodfellas”. In particolare, è stato ritenuto organico al clan Lo Bianco e vicino ad Andrea Mantella, oggi passato fra le fila dei collaboratori di giustizia.  AGGIORNAMENTO ore 15.00: All’esito del giudizio direttissimo, il Tribunale monocratico di Vibo Valentia ha convalidato l’arresto dei carabinieri ed ha poi assolto Domenico Macrì e revocato gli arresti domiciliari. Il pm aveva chiesto 9 mesi di reclusione. La sorveglianza speciale disposta nei confronti di Domenico Macrì risale al 2009, gli è stata però notificata nel 2016 e da allora manca da parte del Tribunale una rivalutazione della sua attuale pericolosità sociale per come imposto da una recente sentenza della Cassazione. Da qui la caduta del reato di violazione della sorveglianza speciale e l’assoluzione per come chiesta dal suo avvocato Francesco Sabatino.    LEGGI ANCHE:  Violazione della sorveglianza, un arresto a Vibo Valentia 

Violazione della sorveglianza, scarcerato a Vibo Mommo Macrì

Violazione della sorveglianza, arrestato a Pizzo Mommo Macrì

top