Ionadi, tentato furto nei locali dell’acquedotto di località Fontana Vecchia

A denunciarlo il sindaco Antonio Arena che attacca: «Qualcuno tenta di fermare l’azione amministrativa». Indagano i carabinieri 

A denunciarlo il sindaco Antonio Arena che attacca: «Qualcuno tenta di fermare l’azione amministrativa». Indagano i carabinieri 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ignoti hanno danneggiato con l’intento di rubare, a Ionadi, la condotta adduttrice principale che approvvigiona l’acquedotto in località Fontana Vecchia. La tubazione per l’adduzione dell’acqua è stata staccata sia dalla camicia del pozzo idrico, nonostante lo stesso fosse in funzione, che dal serbatoio di accumulo, infatti avendo forzato il lucchetto di chiusura, ignoti si sono introdotti all’interno del serbatoio per staccare la tubazione. Ad accorgersi del fatto, che non è ancora chiaro se possa inquadrarsi in un tentato furto o in un atto di vandalismo, sono stati i dipendenti della società che ha in gestione la manutenzione della rete idrica comunale. Sul caso hanno già avviato le indagini i carabinieri della Stazione di Filandari, che confidano di poter acquisire elementi utili a risalire ai responsabili del vile gesto. L’episodio è stato fortemente stigmatizzato dal sindaco di Ionadi Antonio Arena, il quale ha dichiarato: «Nonostante gli sforzi profusi dall’intera amministrazione per risolvere definitivamente l’atavico problema della carenza idrica di Nao e Ionadi, c’è chi mette in atto questi deplorevoli gesti per cercare di fermare l’azione amministrativa, infatti pochi mesi addietro si verificò anche il furto dell’impianto elettrico nel palazzo municipale di Piazza Italia ove vi sono in corso i lavori di rifinitura necessari al così atteso trasferimento degli uffici comunali. Certamente questi vili azioni, oltre ad offendere la dignità dei tantissimi cittadini onesti e laboriosi del comune di Ionadi, genereranno ulteriori sforzi all’apparato gestionale e amministrativo, ma ciò non ci fermerà minimamente da quello che è il percorso intrapreso, finalizzato a dare sempre di più servizi efficienti ai nostri cittadini, infatti già in giornata odierna sono stati completati i lavori di reinstallazione della condotta adduttrice oggetto di manomissione garantendo così la messa in funzione della rete idrica al fine di non generare disservizi ai nostri concittadini». 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Sabotato l’acquedotto comunale di Zungri, indagano i carabinieri