Comunali a Mileto: Fortunata Prestia annuncia di volersi candidare

Sebbene manchino nove mesi alle elezioni, l’esponente di Forza Italia dichiara di voler dare il proprio contributo alle prossime amministrative

Sebbene manchino nove mesi alle elezioni, l’esponente di Forza Italia dichiara di voler dare il proprio contributo alle prossime amministrative

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il disastrato teatrino della politica miletese si è già rimesso in funzione, nonostante la nuova gestione commissariale del Comune sia appena agli inizi e alla tornata elettorale, che dovrà sancire il successore del dimissionario ex sindaco Rosetta Mazzeo, manchino ancora nove lunghi mesi. Nell’ottica delle prossime elezioni, ad esprimere ora il suo parere è Fortunata Prestia, giovane leva di Forza Italia. Di rientro dalla sesta edizione della convention nazionale “Everest”, tre giorni a Giovinazzo alla presenza dei big del partito di Silvio Berlusconi, come Antonio Tajani, Mara Carfagna e Maurizio Gasparri, l’attuale responsabile comunale del Dipartimento diritti umani e libertà civili di Fi, annuncia a Il Vibonese le sue intenzioni di voler sposare “eventuali progetti validi e concreti” e di voler scendere direttamente in campo alle prossime elezioni, tra i ranghi di qualche lista. “Del resto – spiega la Prestia – la situazione che stiamo vivendo a Mileto è sconvolgente e allucinante. Oggi più che mai c’è bisogno di un radicale cambiamento, di ridare voce e autorevolezza ai partiti e di mettere in campo gente nuova e competente, in grado di amministrare nel migliore dei modi un Comune disastrato e in totale dissesto, nonostante le enormi potenzialità di cui è dotato. In passato – svela – ho declinato diversi inviti ad entrare nelle liste. A questo punto, però, non ho più intenzione di assistere passivamente al mesto declino del nostro territorio. Quindi, qualora ne sussisteranno le condizioni e saranno date certezze di buona amministrazione, darò il mio contributo alle prossime elezioni con l’obiettivo di far sì che tutto il potenziale inespresso emerga una volta per tutte. Occorre – conclude la Prestia – costruire il presente di questa città con pazienza e dedizione, lasciandoci alle spalle le difficoltà e le deplorevoli vicende degli ultimi anni, in modo da ridare ai cittadini la speranza di poter guardare con fiducia al futuro”. 

Informazione pubblicitaria