Carattere

Disavventura per un 56enne diabetico che si trovava nei pressi della parrocchia quando ha perso l’equilibrio crollando rovinosamente a terra. La precisazione del Suem

L'uomo soccorso dal 118
Cronaca

Si è ferito al volto e alla testa in seguito ad una caduta. Protagonista dell’episodio un 56enne diabetico che stava camminando in strada a Bivona quando, giunto di fronte alla chiesa parrocchiale, ha perso l’equilibrio, probabilmente a causa di un capogiro, battendo violentemente il capo a terra e riportando ferite con conseguente copiosa fuoriuscita di sangue. Subito soccorso da alcuni passanti, che gli hanno prestato i primi soccorsi, ha atteso disteso sulla strada l’arrivo dei sanitari del 118 che, secondo i testimoni oculari della vicenda, sarebbero giunti sul posto solo dopo 40 minuti dalla chiamata. Relativamente alla tempistica dell'intervento, la direzione del Suem 118 e la direzione sanitaria dell'Asp di Vibo, nelle persone di Antonio Talesa e Michelangelo Miceli, hanno tenuto a chiarire che l'intervento di soccorso è stato espletato nell'arco temporale di 12 minuti dalla richiesta d'intervento (dati estrapolati dal Gps del mezzo) e che tale tempistica, trattandosi di un "codice giallo", rientra ampiamente nelle procedure previste dai protocolli sanitari. Il paziente, informano inoltre i due dirigenti, è stato trattato direttamente sul posto. Talesa e Miceli hanno infine rimarcato come sia da respingere con forza "una sorta di idea punitiva verso operatori che con spirito di sacrificio ed abnegazione 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno sorvegliano il territorio".

Seguici su Facebook