Clima elettorale rovente a Tropea, candidato sindaco aggredito con un’accetta

L’esponente di Forza Italia Giovanni Macrì atteso fuori dal suo studio da un aspirante consigliere di un’altra lista che gli si è avventato contro danneggiandogli lo scooter

L’esponente di Forza Italia Giovanni Macrì atteso fuori dal suo studio da un aspirante consigliere di un’altra lista che gli si è avventato contro danneggiandogli lo scooter

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Clima elettorale già rovente a Tropea. Le liste che si contenderanno la guida di Palazzo Sant’Anna non sono ancora state presentate, ma gli screzi tra gli avversari sono già iniziati, andando ben oltre la semplice dialettica e raggiungendo livelli a dir poco allarmanti. A farne le spese il candidato a sindaco della lista Forza Tropea, Giovanni Macrì, che intorno alle 20 di questa sera è stato aggredito da un aspirante consigliere di un’altra compagine elettorale che sarà ai nastri di partenza alle prossime Amministrative del 21 ottobre. L’uomo, appostatosi all’esterno dello studio legale di cui Macrì è titolare, l’avrebbe attaccato armato addirittura di un’accetta, distruggendo lo scooter in uso all’esponente di Forza Italia. Alla base del gesto ci sarebbero motivi legati alla composizione delle liste elettorali. Per il candidato a sindaco fortunatamente nessuna conseguenza fisica, mentre l’aggressore è stato individuato dai carabinieri della locale Compagnia e tradotto in caserma. Anche Macrì si recherà nella sede tropeana dell’Arma per essere sentito dai militari e per formalizzare la sua denuncia.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEComunali a Tropea, le liste prendono corpo: corsa a quattro per la carica di sindaco