Brucellosi estinta, dissequestrato allevamento nel Vibonese

A Maierato l’istituto Zooprofilattico di Catanzaro aveva riscontrato la malattia in un bovino

A Maierato l’istituto Zooprofilattico di Catanzaro aveva riscontrato la malattia in un bovino

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Revocata dal Comune di Maierato l’ordinanza di sequestro di un allevamento in contrada Casalinuovo dove nell’aprile scorso l’istituto Zooprofilattico di Catanzaro aveva riscontrato un caso di brucellosi in un bovino di sesso femminile e razza meticcia. Il servizio veterinario dell’Asp di Vibo, tuttavia, ha ora attestato l’avvenuta estinzione del focolaio di malattia infettiva, in quanto il bovino è stato macellato, e da qui l’ordinanza di dissequestro dell’allevamento – costituito da 28 bovini – che è stata trasmessa anche ai carabinieri della Stazione di Maierato e al Servizio veterinario dell’Asp incaricato di vigilare sull’esecuzione della stessa. La brucellosi bovina, malattia infettiva e contagiosa, è trasmissibile anche all’uomo sia per via diretta che indiretta tramite il consumo di prodotti di origine animale contaminati. LEGGI ANCHE: Brucellosi: sequestrato un piccolo allevamento nel Vibonese

Informazione pubblicitaria

Brucellosi: allevamento di ovini e caprini sequestrato nelle Serre

Lingua blu, allevamento di bovini sequestrato nel Vibonese