Viaggiava con cinque panetti di marijuana, lascia i domiciliari nel Vibonese

Era stato arrestato nel maggio scorso dai carabinieri. Il giudice accoglie un’istanza della difesa e dispone l’obbligo di firma giornaliero

Era stato arrestato nel maggio scorso dai carabinieri. Il giudice accoglie un’istanza della difesa e dispone l’obbligo di firma giornaliero

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Lascia gli arresti domiciliari per l’obbligo giornaliero di firma, Domenico Nazionale, 32 anni, di Tropea, tratto in arresto nel maggio scorso con l’accusa di detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Il Tribunale monocratico di Vibo ha infatti accolto un’istanza degli avvocati Mario Bagnato e Francesco Schimio. Nazionale, che ha patteggiato in precedenza una pena a 2 anni e 4 mesi, era stato inseguito sino a Zungri dai carabinieri e trovato in possesso di 600 grammi di marijuana divisa in cinque panetti. La sostanza stupefacente era stata rinvenuta dai militari dell’Arma della Compagnia di Tropea occultata nelle plastiche dell’auto guidata dal giovane che, in precedenza, aveva percorso la strada provinciale numero 17 a gran velocità. 

Informazione pubblicitaria