Limbadi, i carabinieri del Nas sequestrano 385 ovini

Appartengono alle ditte di Pantaleone ed Antonio Mancuso con sedi nella frazione di Caroni

Appartengono alle ditte di Pantaleone ed Antonio Mancuso con sedi nella frazione di Caroni

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Sequestrati per ragioni sanitarie 385 capi di ovini a Caroni di Limbadi. Il sequestro è stato effettuato dai carabinieri del Nas di Catanzaro nelle aziende di Pantaleone Mancuso, 55 anni, e Antonio Mancuso, 52 anni, entrambi residenti a Caroni e lontani parenti dell’omonima “famiglia” di Limbadi. Quattro ovini sono stati trovati come non inseriti in alcuna banca dati, mentre 223 erano privi di marchi auricolari e di bolo endoruminale. Altri 141 ovini erano invece muniti di bolo endoruminale di cui 68 di proprietà di Antonio Mancuso e 73 di Pantaleone Mancuso. Sequestrati anche 17 agnelli di età inferiore ai sei mesi. Il sequestro in via amministrativa cautelare è stato convalidato con apposita ordinanza dal Comune di Limbadi su richiesta del Dipartimento di Prevenzione unità operativa della sanità animale dell’Asp di Vibo. Copia dell’ordinanza è stata trasmessa alla polizia municipale ed ai carabinieri del Nas di Catanzaro. Gli animali saranno custoditi secondo le modalità indicate dai carabinieri del Nas, nonché mantenuti a disposizione delle autorità per gli accertamenti del caso. 

Informazione pubblicitaria