Protezione civile a Mileto, associazioni a confronto con il Comune

L’idea è di fare rete per non trovarsi impreparati in caso di calamità naturali. Si mira ad avere anche una nuova sede della Prociv a Palazzo Romeo

L’idea è di fare rete per non trovarsi impreparati in caso di calamità naturali. Si mira ad avere anche una nuova sede della Prociv a Palazzo Romeo

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Chiamata a raccolta per le associazioni cittadine di Mileto. A farla, il commissario prefettizio Sergio Raimondo, con l’intento di discutere delle problematiche inerenti la protezione civile e mettere in campo un sistema di “cittadinanza attiva” che si occupi di tale settore. Un tema particolarmente sentito, quello della prevenzione e delle azioni da intraprendere in caso di calamità naturali, in un territorio da sempre costretto a fare i conti con lutti e tragedie causati dal triste ripetersi dei terremoti. Nel giro di pochi giorni sono stati due gli incontri che il commissario straordinario del Comune – affiancato dal sub commissario Giovanni Gigliotti, dalla segretaria Marina Petrolo, dal comandante dei vigili urbani Salvatore Ferrara, dal responsabile dell’area tecnica Sandro Guerrisi e dall’architetto Salvatore Lascala – ha avuto nella sala consiliare di Palazzo dei normanni con i rappresentanti delle maggiori realtà associative presenti a Mileto. Occasioni di confronto, che hanno permesso di porre le basi per la nascita di un gruppo di lavoro pronto ad attivarsi in modo coordinato in caso di criticità naturali. Dal tavolo – presenti circa quindici rappresentanti delle varie realtà associative – è in particolare emersa l’importanza del ruolo della stampa nell’ambito della prevenzione, ma anche l’esigenza di creare un sistema di comunicazione telematica e cartacea, atto a divulgare nel miglior modo possibile eventuali informazioni in caso di allerta. Tra le ipotesi sul tappeto, quella di istituire un canale Telegram di protezione civile gratuito che permetta di inserire anche delle immagini, creare una pagina facebook comunale dedicata e organizzare dei corsi di formazione specifici rivolti alla cittadinanza. Tra i suggerimenti dati al Comune, quello di farsi portavoce nei confronti della Provincia di Vibo Valentia al fine di destinare a sede della Protezione civile i locali situati a piano terra di Palazzo Romeo. Le parti hanno convenuto di rivedersi ancora per portare avanti il progetto, sulla base dell’impegno morale preso nei confronti della popolazione miletese.  

Informazione pubblicitaria