martedì,Ottobre 19 2021

Rifiuti pericolosi, nuovo sequestro dei carabinieri a Portosalvo -Video

Il blitz dell'Arma nella frazione di Vibo già interessata da un'importante offensiva contro i reati ambientali. Denunciati i titolari della ditta

Rifiuti pericolosi, nuovo sequestro dei carabinieri a Portosalvo -Video

Sotto il coordinamento della Procura di Vibo Valentia, diretta dal procuratore Camillo Falvo, sono finite nel mirino dei carabinieri non solo la catena delle grandi imprese – come la discarica dei veleni scoperta il 3 febbraio a Portosalvo, ma anche le ditte incaricate della raccolta dei rifiuti, l’artigianato locale e le officine.
In particolare, i carabinieri hanno individuato un’area di 200 metri quadrati adibita abusivamente a discarica dai titolari di un’officina specializzata nella lavorazione del ferro. Sistematicamente hanno infatti accumulato in questo sito rifiuti speciali di ogni tipo derivati dalla loro attività: vecchie saldatrici, stampanti, frigoriferi, contenitori con residui di vernice, pneumatici, materiale ferroso ed elettrico, lubrificati derivati dallo scarto di componenti meccaniche e altri materiali.

I carabinieri di Vibo Marina e della Stazione Forestale di Vibo Valentia sono così intervenuti anche a scopo preventivo trattandosi di una ditta di lavorazione del ferro che opera con attrezzi che raggiungono elevate temperature e l’eventuale propagazione di un incendio avrebbe innescato una “bomba ecologica”. Tutta l’area di circa 200 metri quadrati è stata sottoposta a sequestro in attesa dell’analisi dei tecnici dell’Arpacal mirata alla quantificazione e alla qualificazione dei rifiuti speciali. I titolari della ditta (i nominativi non sono stati al momento comunicati) sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per inosservanza delle prescrizioni sullo smaltimento dei rifiuti speciali.

Articoli correlati

top