Ionadi, presto un nuovo scuolabus con pedana per i disabili

Il Comune, unico nel Vibonese, ottiene un contributo da parte della Regione Calabria

Il Comune, unico nel Vibonese, ottiene un contributo da parte della Regione Calabria

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Procede il processo di rafforzamento e rinnovo del parco macchine del Comune di Ionadi. Dopo l’acquisto nello scorso mese della terna “JCB” con benna e spazzatrice da utilizzare per la manutenzione e pulizia delle strade, a breve l’ente territoriale si doterà di un nuovo scuolabus provvisto di pedana per alunni diversamente abili, nell’ambito del piano per il diritto allo studio. Il tutto grazie all’assegnazione di un contributo di circa 38mila euro, unico nel Vibonese, assegnato dalla Regione Calabria. A darne notizia sono il sindaco Antonio Arena e il vicesindaco con delega all’istruzione Rosamaria Gullì, i quali esprimono soddisfazione per il finanziamento ricevuto e ringraziano gli uffici del Dipartimento istruzione e attività culturali – settore scuola e istruzione – per la celerità dell’istruttoria che ha portato alla valutazione positiva della pratica. “Certamente – affermano – questo importante contributo rappresenta un aiuto concreto che darà una mano a garantire e sostenere il diritto allo studio degli studenti e la mobilità scolastica in modo sempre più efficiente, soprattutto in un momento storico in cui i piccoli Comuni, tra vincoli di stabilità e deficit di bilancio non possono programmare grandi investimenti. Saranno avviate da subito le procedure necessarie a portare a termine l’iter burocratico-amministrativo per poter usufruire di questo contributo che dovrà essere integrato con fondi di bilancio comunale e per dare seguito al bando di acquisto di un nuovo scuolabus adeguato alle normative in materia di trasporto scolastico, che finalmente possa sostituire almeno il pulmino più vetusto con un ulteriore rinnovamento del parco mezzi comunali”. L’intervento del sindaco Arena e del vicesindaco Gullì si conclude con la sottolineatura che tale ulteriore risultato dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, “quanto la scuola rivesta un ruolo prioritario nell’azione dell’amministrazione comunale”.

Informazione pubblicitaria