martedì,Ottobre 19 2021

Zungri, danneggiato serbatoio della rete idrica. Il sindaco denuncia: «Inaccettabile»

Il primo cittadino Galati si è rivolto ai carabinieri per fare luce sulla vicenda: «I nostri sforzi si scontrano con un muro di inciviltà»

Zungri, danneggiato serbatoio della rete idrica. Il sindaco denuncia: «Inaccettabile»

Atti di sabotaggio e danneggiamento al serbatoio della rete idrica comunale. È quanto rende noto il sindaco di Zungri, Francesco Galati che nelle scorse ore ha formalmente denunciato alle forze dell’ordine quanto sta accadendo nel territorio comunale.

Escalation di atti vandalici

«Dopo i danni al quadro elettrico di uno dei pozzi comunali, dopo la manomissione delle saracinesche dei pozzetti derivazione della rete idrica comunale – fa presente – il 15 agosto l’ultimo ignobile atto di vandalismo perpetrato ai danni di tutta la comunità zungrese».

In particolare «ignoti e vigliacchi hanno rotto i lucchetti del cancello e della porta di accesso al serbatoio Cresta danneggiando il tubo di ingresso dell’acqua al serbatoio in modo che l’acqua si disperdesse liberamente sul terreno esterno anziché affluire nel serbatoio. Abbiamo richiesto l’intervento dei Carabinieri di Zungri che prontamente hanno fatto un sopralluogo».

Danneggiamenti al serbatoio

Quindi è stato sollecitato l’intervento della ditta di gestione della manutenzione che ha «prontamente provveduto a sistemare la tubazione, con l’aiuto dei Carabinieri intervenuti, che ringrazio di vero cuore per tutto quello che hanno fatto anche al di là delle loro competenze».

A giudizio del primo cittadino: «Tutto ciò è inaccettabile, lavoriamo a mani nude tutti i giorni, con pochi mezzi, pochi uomini e scarse risorse, per garantire nel migliore dei modi l’erogazione dell’acqua a tutta la popolazione ed alla fine per colpa di individui senza dignità, la cui vita insignificante, basata essenzialmente sull’arroganza, dobbiamo prendere atto che i nostri sforzi si scontrano contro un muro di ignoranza e inciviltà». Si tratta di episodi che aggravano una «situazione già critica causando interruzione di un pubblico servizio, fra l’altro, essenziale come l’acqua». Secondo le stime del sindaco nella serata di Ferragosto «sono andati perduti minimo 40 mc d’acqua che avrebbero potuto alleviare la crisi idrica che stiamo attraversando».

La denuncia

La speranza è che sulle vicenda si faccia piena luce: «Abbiamo formalmente denunciato tutto alle forze dell’ordine presso i Carabinieri di Zungri affinché possano essere avviate le indagini e individuati i colpevoli», conclude Galati.

Articoli correlati

top