Mercati settimanali a Vibo, al via i provvedimenti di sgombero dei morosi

Ultimatum del Comune ai 45 commercianti ambulanti irregolari: «Regolarizzino la loro posizione». In campo anche Prefettura e Questura

Ultimatum del Comune ai 45 commercianti ambulanti irregolari: «Regolarizzino la loro posizione». In campo anche Prefettura e Questura

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Prosegue l’attività dell’amministrazione comunale di Vibo Valentia finalizzata al ripristino delle regole nel delicato settore dei mercati settimanali del sabato e del lunedì. «A tal uopo – informa una nota del Comune -, a seguito di precisa richiesta da parte del sindaco di Vibo Valentia, Elio Costa, il prefetto Giuseppe Gualtieri ha convocato un apposito Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e, in quella sede, si è avuto modo di affrontare il problema in tutte le sue possibili conseguenze. In particolare, è stata portata all’attenzione delle forze dell’ordine, compresa la Guardia di finanza, la problematica dei titoli autorizzativi e della lotta all’evasione tributaria. Già in quella sede – prosegue la nota – si è avuto modo di leggere i dati offerti dal dirigente dell’Ufficio tributi del Comune, dai quali traspariva come diversi operatori commerciali avevano aderito all’invito-diffida del dirigente dell’Ufficio tributi, Franco Nesci, e si erano recati presso i competenti uffici comunali per regolarizzare la loro posizione. All’esito dell’incontro venivano date precise indicazioni per un successivo tavolo tecnico che si sarebbe dovuto svolgere alla Questura di Vibo Valentia che, convocato dal questore, Andrea Grassi, si è tenuto in data odierna, con la partecipazione – dei vertici della Guardia di finanza, della Polizia municipale e della Questura. Anche in questa occasione si è avuto modo di accertare che il numero dei morosi si era sensibilmente ridimensionato e che il meccanismo messo in moto, che avrebbe portato a provvedimenti particolarmente pesanti, quali lo sgombero dei morosi, aveva sortito l’effetto di indurre i commercianti a regolarizzare la loro posizione, con la conseguenza che è diminuito ulteriormente il numero dei morosi per le annualità 2016-2017 rispetto alla data di partenza». A tal fine l’Amministrazione Costa, «ringraziando prefetto e questore, nonché tutti i vertici delle forze dell’ordine per la sensibilità dimostrata nei confronti dell’attività amministrativa dell’Ente, coglie l’occasione per invitare i pochi commercianti rimasti – nel numero di 17 a Vibo città e 28 a Vibo Marina – a recarsi presso i competenti uffici a regolarizzare la propria posizione al fine di evitare di incorrere nei provvedimenti di sgombero oramai avviati».

Informazione pubblicitaria