Vibo, raccolta benefica per i piccoli pazienti oncologici nel nome di Gabriella Fusca

L’Unione nazionale consumatori, insieme all’associazione Peter Pan Onlus di Roma, sarà presente su corso Vittorio Emanuele III con uno stand che proporrà panettoni artigianali con natività in pasta da zucchero

L’Unione nazionale consumatori, insieme all’associazione Peter Pan Onlus di Roma, sarà presente su corso Vittorio Emanuele III con uno stand che proporrà panettoni artigianali con natività in pasta da zucchero

Informazione pubblicitaria
Il panettone artigianale di beneficenza
Informazione pubblicitaria

Da domani sabato 15 dicembre e fino a domenica 23, l’Unione nazionale consumatori di Vibo Valentia, insieme all’associazione Peter Pan Onlus di Roma che tutela i bambini malati oncologici, realizzerà uno stand di beneficenza sul corso Vittorio Emanuele III a Vibo. In particolare, verranno proposti ai cittadini dei panettoni artigianali con natività in pasta di zucchero e con altri simboli natalizi. Il ricavato sarà devoluto all’associazione Peter Pan in ricordo e con dedica alla piccola Gabriella Fusca, prematuramente scomparsa lo scorso anno a Vibo. «Questo evento – spiegano i promotori – non fa che proseguire un’iniziativa promossa lo scorso luglio sempre in ricordo di Gabriella Fusca. L’obiettivo è quello di creare un ponte di assistenza dalla Calabria a Roma per tutte quelle famiglie che purtroppo sono costrette a vivere dolori gravi e a volte irreparabili a causa delle patologie di natura oncologica dei propri figli». L’Unione nazionale consumatori di Vibo prosegue dunque il progetto avviato nel luglio del 2018 incontrando, subito dopo Natale, il responsabile dell’associazione Peter Pan in Roma unitamente ad un gruppo vivo ed energico di persone del Vibonese che, sin da subito, il sodalizio presieduto da Giusy Fanelli intende «ringraziare per la fiducia» rivolgendosi «in primis a chi ha pensato e voluto il protocollo d’Intesa tra Unc Vibo Valentia e Peter Pan: Antonia Massaria e Elisa Fatelli e non da ultimo i meravigliosi genitori di Gabriella, Stefania e Gabriele. Perché – si aggiunge – “gli angeli dei nostri tempi sono tutti coloro che si interessano agli altri prima di loro stessi”. È proprio con questa frase che l’evento viene confezionato come regalo di Natale che vale per dare vita ai giorni di tanti bambini malati di cancro».

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEDonazione di 7.000 euro alla “Casa di Peter Pan” nel nome della piccola Gabriella Fusca

Vibo in danza, tutto pronto per la nuova edizione

Morì di leucemia a Vibo, la sua scuola le intitola la palestra e un corso di danza