Picco di furti in abitazione nel Vibonese, a Dasà rubati anche i regali di Natale

A San Costantino un anziano si è visto allagare la casa per un "colpo" da 30 euro. A San Nicola da Crissa terzo episodio in pochi giorni: i proprietari erano al cenone dai parenti

A San Costantino un anziano si è visto allagare la casa per un "colpo" da 30 euro. A San Nicola da Crissa terzo episodio in pochi giorni: i proprietari erano al cenone dai parenti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

San Costantino Calabro, Dasà, San Nicola da Crissa. È una lunga sequela di denunce di furti in abitazione quella che ha caratterizzato questi giorni di festa in diversi centri del Vibonese. Un fenomeno preoccupante che non conosce soste ma che nel corso delle festività natalizie registra preoccupanti incrementi. Vittime privilegiate dei malviventi sono, evidentemente, quelle “fasce deboli” rappresentante da anziani o persone sole ma obiettivi designati diventano anche quelle abitazioni magari lasciate momentaneamente “scoperte” dai proprietari in visita a parenti e amici. A San Costantino succede così che un 41enne arrivi a mettere un atto un complesso stratagemma per rapinare un anziano, allagando la casa del malcapitato con lui dentro e, una volta attiratolo nella trappola, sottrargli un magro bottino di appena 30 euro. Un “colpo” che è costato la denuncia da parte dei carabinieri risaliti al colpevole, F. G., già noto alle forze dell’ordine, grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza. L’episodio s’inquadra peraltro nella lunga serie di furti e rapine ai danni di anziani che si registrano da settimane nel piccolo centro vibonese. Ma i malviventi non si fermati a Natale neppure in altri paesi. Come a San Nicola da Crissa, dove un’abitazione situata in pieno centro è stata svaligiata di denaro e oggetti preziosi approfittando dell’assenza dei proprietari, impegnati nel tradizionale cenone della vigilia in casa di parenti. Almeno 1000 euro e diversi gioielli prelevati dai ladri entrati da una finestra, per un episodio, regolarmente denunciato ai carabinieri, che anche qui rappresenta solo l’ultimo di una serie con almeno due precedenti negli ultimi giorni. Stesso copione di quanto avvenuto a Dasà dove, secondo quanto riporta Gazzetta del Sud, un’abitazione di via dei Trappeti è stata alleggerita di ogni bene, compresi i regali posizionati in bella vista sotto l’albero di Natale. Nella denuncia fatta dai proprietari, che anche qui si erano assentati per far visita a parenti, sono finiti anche generi alimentari, attrezzi da cucina, denaro contante, gioielli e ogni altro bene di valore. Anche in questo caso un contributo all’individuazione dei responsabili potrebbe arrivare dall’impianto di videosorveglianza posizionato in zona.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHERapina anziano dopo aver allagato casa nel Vibonese, una denuncia