Sant’Onofrio, brucia il presepe e ruba la statua del Bambinello – Foto

Identificato dai carabinieri e denunciato alla Procura di Vibo per furto, danneggiamento e porto abusivo di arma da taglio

Identificato dai carabinieri e denunciato alla Procura di Vibo per furto, danneggiamento e porto abusivo di arma da taglio

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri del Norm della Compagnia di Vibo Valentia, unitamente ai colleghi della Stazione locale, sono intervenuti nella notte a Sant’Onofrio a seguito della segnalazione dell’incendio del presepe pubblico allestito in occasione delle festività natalizie in Piazza Umberto. Da subito l’evento singolare, ritenuto di particolare gravità in quanto colpiva un simbolo di pace quale quello rappresentato dalla raffigurazione della natività, evidenziava dei requisiti di ulteriore allarme. Domate le fiamme, emergeva infatti che l’autore del vile gesto aveva sottratto la statua raffigurante Gesù bambino in fasce. Immediatamente partivano le ricerche dei militari che, grazie alla conoscenza del territorio, riuscivano ad individuare un soggetto che si aggirava fra i vicoli del paese con fare sospetto. L’individuo, identificato in O. F., cl’. 81, già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato in possesso di tre accendini ed un coltello a serramanico. Il 37enne – denunciato alla Procura di Vibo per danneggiamento aggravato, furto aggravato e porto abusivo di arma da taglio – ha confessato l’atto compiuto conducendo i militari dell’Arma nel luogo dove aveva occultato la statua del bambinello che è stata riconsegnata ai proprietari. Il 37enne da tempo soffriva di problemi psichici. 

Informazione pubblicitaria