Furto all’Anagrafe del Comune di Mileto, indagini

I ladri portano via carte d’identità in bianco e circa 400 euro. Al vaglio dei carabinieri alcuni impianti di videosorveglianza della zona

I ladri portano via carte d’identità in bianco e circa 400 euro. Al vaglio dei carabinieri alcuni impianti di videosorveglianza della zona

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Grave episodio criminale a Mileto. Ignoti, molto probabilmente approfittando delle ore notturne, dopo aver forzato la porta d’ingresso si sono intrufolati nel palazzo municipale trafugando delle carte d’identità in bianco e i soldi in quel momento in cassa nei locali dell’ufficio anagrafe. Il “bottino”, dai primi rilievi, ammonterebbe a circa 400 euro. Certamente non un bel segnale per un Comune che sta vivendo l’ennesima gestione commissariale e che a primavera si appresta a tornare alle urne per eleggere il sindaco ed il consiglio comunale. Ad accorgersi della porta principale d’ingresso accostata e del trambusto interno – e quindi a lanciare prontamente l’allarme – sono stati alle ore 7 di questa mattina alcuni dipendenti del Comune al momento dell’entrata in servizio. Resta da capire quando è stato portato a termine il grave, e per certi versi inquietante, atto delinquenziale, visto che il Municipio rimane chiuso nelle giornate di sabato e domenica. Sul posto, per prendere contezza dell’accaduto e per svolgere i primi rilievi sono giunti i militari dell’Arma della locale Stazione dei carabinieri. Al vaglio degli investigatori vi sono in particolare le telecamere a circuito chiuso di alcuni esercizi commerciali ubicati su corso Umberto I. Quelle presenti all’esterno di palazzo dei Normanni, infatti, a quanto pare non sarebbero al momento funzionanti. 

Informazione pubblicitaria