Scongiura un suicidio a Paravati, encomio solenne per il colonnello dei carabinieri Romano

La decisione per la preziosa opera del comandante del Reparto Operativo provinciale dei carabinieri di Vibo è stata presa dal Comune di Mileto

La decisione per la preziosa opera del comandante del Reparto Operativo provinciale dei carabinieri di Vibo è stata presa dal Comune di Mileto

Informazione pubblicitaria

Encomio solenne per il tenente colonnello Luca Romano. Il comandante del Reparto Operativo provinciale dei carabinieri di Vibo Valentia lo scorso 6 dicembre è infatti intervenuto nella frazione Paravati di Mileto per cercare di scongiurare il tentativo di suicidio di un 30enne del luogo, salito sul tetto della propria abitazione a due piani, sita lungo la Statale 18, minacciando di lanciarsi nel vuoto da un’altezza di circa otto metri. L’ufficiale dell’Arma, nello specifico, in quei drammatici frangenti è riuscito ad interloquire con il giovane, sporgendosi da una botola. Una chiacchierata lunga e proficua, conclusasi con il rientro in casa del 30enne scongiurando quindi possibili e tragici epiloghi. La delibera con cui il Comune di Mileto ha deciso di conferire l’encomio solenne al tenente colonnello Romano – trasmessa anche al prefetto di Vibo Valentia Giuseppe Gualtieri – reca la firma del commissario prefettizio Sergio Raimondo, mesi fa chiamato con il sub commissario Giovanni Gigliotti a traghettare l’ente locale alle prossime elezioni amministrative di primavera. Alla base delle motivazioni che hanno portato il Comune a conferire il riconoscimento, la presa d’atto che in quelle concitate fasi, “nell’espletamento del proprio servizio, in spregio al pericolo, con esemplare altruismo e profondo senso del dovere”, il tenente colonnello Luca Romano si è reso protagonista “di un tempestivo, quanto coraggioso intervento, riuscendo a far desistere un cittadino dall’intento suicida”.