Violazione della sorveglianza, condanna in Cassazione per 43enne di Vibo

Nel 2009 aveva forzato un posto di blocco dei carabinieri di San Calogero lungo la Statale 18

Nel 2009 aveva forzato un posto di blocco dei carabinieri di San Calogero lungo la Statale 18

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La settima sezione penale della Cassazione ha confermato la condanna ad un anno di reclusione nei confronti di Michelino Scordamaglia, 43 anni, di Vibo Valentia, che era stata inflitta dalla Corte d’Appello di Catanzaro per violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. In particolare, il 43enne era accusati di essersi allontanato nell’ottobre del 2009 dal comune di residenza a bordo di un’autovettura che guidava senza essere provvisto di patente perché revocatagli (per effetto dell’applicazione della misura preventiva), forzando un posto di blocco dei militari della Stazione di San Calogero lungo la Statale 18. Per la Cassazione, alla data della sentenza d’appello non era ancora maturata la prescrizione e la condanna è intervenuta per violazione dell’obbligo di non allontanarsi dal comune di residenza e non per la mera violazione della prescrizione di vivere onestamente e di rispettare le leggi. 

Informazione pubblicitaria