Narcotraffico, domiciliari per 37enne coinvolto nell’operazione Stammer

Lascia il carcere di Vibo dove si trovava detenuto dal 24 gennaio 2017. E’ accusato dell’importazione di cento chili di cocaina dalla Colombia

Lascia il carcere di Vibo dove si trovava detenuto dal 24 gennaio 2017. E’ accusato dell’importazione di cento chili di cocaina dalla Colombia

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Tribunale della Libertà di Catanzaro, in accoglimento dell’atto di appello proposto dal difensore, avvocato Giuseppe Alvaro, ha concesso gli arresti domiciliari a Rocco Cutrì, 37 anni, residente a Sinopoli, che si trovava detenuto nel carcere di Vibo Valentia per il delitto di tentata importazione nel territorio italiano di 100 chili di cocaina proveniente dalla Colombia. In relazione a tale accusa Rocco Cutrì era stato arrestato il 24 gennaio 2017 in forza di unh’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Catanzaro nel procedimento penale denominato “Stammer”, e condannato in primo grado alla pena detentiva di sette anni e sei mesi di reclusione. In attesa della celebrazione del secondo grado di giudizio in Corte d’Appello a Catanzaro, che non è stato ancora fissato, il difensore aveva presentato istanza di arresti domiciliari al gup distrettuale, che tuttavia l’aveva respinta, ritenendo immutate le originarie esigenze cautelari. Avverso il provvedimento di rigetto, l’avvocato Giuseppe Alvaro ha quindi proposto appello al Tribunale della Libertà catanzarese, sostenendo che la sentenza di primo grado aveva ridimensionato la gravità dei fatti contestati, poiché, sul presupposto che Rocco Cutrì avrebbe dovuto essere destinatario di un quantitativo minore di sostanza stupefacente, aveva escluso la circostanza aggravante dell’ingente quantità e riconosciuto all’imputato le attenuanti generiche. La difesa, inoltre, ha valorizzato l’assenza, a carico dell’imputato, di precedenti penali specifici in materia di droga, l’inesistenza di legami associativi e il suo corretto comportamento processuale. Il Tribunale di Catanzaro, condividendo gli argomenti difensivi, ha ora accolto l’impugnazione cautelare ed ha concesso al giovane di Sinopoli gli arresti domiciliari nella propria abitazione.   LEGGI ANCHE: Narcotraffico internazionale dal Vibonese, stangata sugli imputati di “Stammer”: 36 condanne

Informazione pubblicitaria