Incendio del costone fra Coccorino e Joppolo, assolto l’imputato

Le fiamme avevano colpito una vasta area di macchia mediterranea il 23 luglio 2016. Nel rogo sono andati distrutti anche alcuni pali della linea telefonica

Le fiamme avevano colpito una vasta area di macchia mediterranea il 23 luglio 2016. Nel rogo sono andati distrutti anche alcuni pali della linea telefonica

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Assoluzione per non aver commesso il fatto. Questa la sentenza del Tribunale monocratico di Vibo Valentia (giudice Marina Russo) nei confronti di Benito Priolo, 82 anni, di Coccorino di Joppolo, accusato di aver dolosamente incendiato diversi ettari di macchia mediterranea il 23 luglio 2016. Nell’incendio erano andati distrutti anche alcuni pali telefonici. L’imputato era difeso dall’avvocato Francesco Rombolà. Nel corso del processo i testimoni non hanno del tutto confermato in aula le accuse in ordine alla presenza sul ciglio della strada per Coccorino di Benito Priolo intento ad appiccare il fuoco. Da qui l’accoglimento delle argomentazioni dell’avvocato Rombolà e l’assoluzione dell’imputato. 

Informazione pubblicitaria