Carattere

I carabinieri hanno sorpreso tre individui intenti a caricare su un rimorchio oltre 50 quintali di legna 

Cronaca

I carabinieri della Stazione di Spilinga, mentre pattugliavano il territorio, hanno notato tre soggetti all’interno di un fondo privato sito nel comune di Ricadi. L’ingiustificata presenza in un’area a loro non riconducibile ha indotto i militari dell’Arma a procedere al controllo. Sono stati quindi identificati: Antonio Paparatto, 48 anni, di Ricadi e già noto alle forze dell’ordine, nonché i congiunti Giuseppe Corso, 68 anni, e Michelangelo Corso, 35 anni, anche loro di Ricadi. I carabinieri li hanno sorpresi mentre stavano abbattendo alcune querce secolari di elevato valore commerciale e paesaggistico, oltre tagliando i tronchi con una sega elettrica. La legna, per oltre 50 quintali, era già stata caricata su un rimorchio. Antonio Paparatto è stato tratto in arresto in flagranza per il reato di furto aggravato in concorso e, su disposizione della magistratura di Vibo Valentia, è stato tradotto nella propria abitazione in regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo. I congiunti Corso, invece, in considerazione del ruolo marginale ricoperto nell’azione delittuosa, sono stati deferiti in stato di libertà per il medesimo reato. Il legname è stato restituito al legittimo proprietario. 

 

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook