mercoledì,Ottobre 27 2021

Uccise 8 ciclisti a Lamezia: arrestato per un nuovo omicidio stradale

Ricoverato a Catanzaro, contro il parere dei medici aveva firmato le dimissioni dall’ospedale ed era in procinto di lasciare l’Italia

Uccise 8 ciclisti a Lamezia: arrestato per un nuovo omicidio stradale

Il 5 dicembre del 2010 aveva investito una carovana di ciclisti uccidendone 8; pochi giorni fa, dopo aver assunto sostanze stupefacenti, ha perso il controllo dell’auto causando la morte di un’altra persona, facendo perdere le sue tracce dopo il ricovero in ospedale. Oggi pomeriggio le Squadre Mobili di Catanzaro e Bologna, unitamente ai compartimenti della polizia stradale dei due capoluoghi, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Catanzaro, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione dei misura cautelare nei confronti del trentaduenne, cittadino marocchino, Chafik El Ketani, per il reato di omicidio stradale. E’ indiziato di aver provocato la morte di Nouredine Fennane, a seguito dell’incidente stradale avvenuto nella serata del 6 settembre scorso.

El Ketani, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, percorreva la SS 280 in direzione di marcia Catanzaro – Lamezia Terme alla guida di un’autovettura Toyota Corolla noleggiata qualche giorno prima, ad una velocità superiore al limite massimo consentito, sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Ha perso il controllo della vettura andando a finire contro il muretto del canale di scolo posto a margine della carreggiata e poi contro il guard rail. Nell’impatto è morto il passeggero. El Ketani era stato ricoverato all’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro per le cure del caso. Tuttavia, pochi giorni dopo, contro il parere dei medici, ha firmato le dimissioni dall’ospedale, facendo perdere le sue tracce. Secondo gli inquirenti era in procinto di lasciare lo l’Italia per recarsi in Marocco. Gli accertamenti effettuati dalla Squadra mobile di Catanzaro e dai compartimenti della Polizia Stradale del capoluogo calabrese di Bologna, hanno permesso di appurare che l’uomo era ricoverato all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. La Procura di Catanzaro ha quindi chiesto e ottenuto a suo carico l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il 5 dicembre del 2010, il cittadino marocchino con la sua auto falciò sulla strada statale 18, all’altezza del Km 372, in località Marinella, nel comune di Lamezia Terme, un gruppo di ciclisti provocando la morte di 8 di loro, evento per il quale era stato condannato a 8 anni di reclusione. (AGI)

top