Droga, guida in stato di ebbrezza e furto all’Enel, tre denunce nel Vibonese

Il conducente trovato ubriaco dai carabinieri dopo aver forzato il posto di blocco, mentre il passeggero era in possesso di marijuana. Scoperto  anche un allaccio abusivo per l’energia elettrica

Il conducente trovato ubriaco dai carabinieri dopo aver forzato il posto di blocco, mentre il passeggero era in possesso di marijuana. Scoperto  anche un allaccio abusivo per l’energia elettrica

Informazione pubblicitaria

I carabinieri del Nucleo Operativo di Vibo Valentia hanno intercettato nella notte una vettura che percorreva la strada a folle velocità non fermandosi ad un posto di blocco. Dopo un rocambolesco inseguimento, l’auto veniva fermata dai carabinieri. Alla guida del mezzo veniva trovato B. D., 24 anni, che risultava positivo all’alcol test con un tasso oltre il doppio del minimo consentito. Il passeggero, B. P., 23 anni, veniva invece perquisito sul posto e trovato in possesso di una busta contenente 75 grammi di marijuana. Data la presenza della sostanza stupefacenti, le attività dei carabinieri si estendevano anche alle abitazioni dei due giovani riscontrando, in casa del conducente dell’auto, la realizzazione di un impianto elettrico completamente abusivo che consentiva il furto di energia elettrica dalla vicina rete di distribuzione. In quest’ultimo caso è stato quindi deferito alla Procura di Vibo per furto di energia elettrica, il padre del ragazzo B.P. di 54 anni. I due giovani sono stati, rispettivamente, denunciati per guida in stato di ebrezza (oltre al ritiro della patente di guida ed al sequestro del mezzo) e per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio.