sabato,Novembre 26 2022

Giornalisti minacciati, a Pietro Comito il premio “Giancarlo Siani”

Il direttore responsabile de LaC insignito del riconoscimento dell’Osservatorio “Falcone-Borsellino-Scopelliti” insieme ad Alessia Candito e Pasqualino Rettura.

Giornalisti minacciati, a Pietro Comito il premio “Giancarlo Siani”

Un riconoscimento consegnato a giornalisti che operano in terre permeate da ‘ndrangheta, camorra e mafia. Giornalisti finiti nel mirino della criminalità organizzata, ai quali l’Osservatorio “Falcone-Borsellino-Scopelliti”, presieduto da Carlo Mellea, ha inteso conferire il premio intitolato alla memoria di Giancarlo Siani, il cronista del Mattino di Napoli assassinato il 23 settembre del 1985.

Del premio, la cui prima edizione si svolgerà a Soverato con la consegna dei riconoscimenti il prossimo 14 maggio, saranno insigniti tre giornalisti calabresi: la cronista giudiziaria Alessia Candito, del Corriere della Calabria, il direttore responsabile dell’emittente televisiva LaC, Pietro Comito, il giornalista Pasqualino Rettura del Quotidiano del Sud.

{youtube}wHCswg3ZcHs{/youtube}

Saranno premiati assieme al collega siciliano Paolo Borrometi, alla salentina Marilù Mastrogiovanni e al napoletano Arnaldo Capezzuto, divenuto nel corso di questi anni uno dei volti simbolo dei cronisti sotto minaccia. In occasione del conferimento del premio sarà presentato il libro “Io non taccio – L’informazione che da’ fastidio”, ciò nel contesto di un convegno sulla figura di Giovanni Falcone, uomo e magistrato che ha sacrificato la sua vita per un’Italia migliore. (Agi)

Premio ‘Siani’ a Comito, la soddisfazione dell’editore

top