Carattere

Il 29enne di Nicotera è stato condannato in via definitiva nel processo “Black money”

Cronaca

La Corte d’Appello di Catanzaro, in accoglimento dell’appello proposto dagli avvocati Giovanni vecchio e Francesco Sabatino, ha revocato la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza nei confronti di Antonio Cuturello, 29 anni, di Nicotera, condannato in via definitiva nel processo in abbreviato nato dall’operazione “Black money” a 5 anni e 6 mesi per reati legati alla detenzione di armi (ma assolto dal reato di associazione mafiosa). Antonio Cuturello è figlio del più noto Roberto Cuturello, imparentato con la famiglia Mancuso. La Corte d’Appello di Catanzaro ha dunque annullato il decreto con il quale il Tribunale di Vibo Valentia aveva irrogato la sorveglianza speciale per la durata di tre anni.    LEGGI ANCHE: Revocata la sorveglianza speciale ad Alfonso Cuturello

Cassazione: restano confiscati i beni di Cuturello e della moglie

‘Ndrangheta: operazione “Saggio compagno”, condannato Cuturello

‘Ndrangheta: ingiusta detenzione, nessun risarcimento per Roberto Cuturello

‘Ndrangheta: processo “Black money”, fissato l’appello contro il clan Mancuso

 

Seguici su Facebook