Gratteri: «Vibo provincia prediletta». Falvo nuovo procuratore? – Video

Il magistrato a capo della Procura di Catanzaro, ieri in città per un tavolo tecnico sulla giustizia, dopo aver escluso una sua candidatura alla Regione conferma l’attenzione del suo ufficio sul Vibonese. Al suo fianco il principale favorito nella successione a Giordano

Il magistrato a capo della Procura di Catanzaro, ieri in città per un tavolo tecnico sulla giustizia, dopo aver escluso una sua candidatura alla Regione conferma l’attenzione del suo ufficio sul Vibonese. Al suo fianco il principale favorito nella successione a Giordano

Informazione pubblicitaria
Nicola Gratteri e Camillo Falvo a Vibo
Informazione pubblicitaria

«Procuratore, solo una domanda… È uscita una notizia, su un quotidiano on line…», domanda la nostra collega. «Mi dica, mi dica, sono curioso, quale notizia», replica gentile e sorridente Nicola Gratteri. «Salvini punterebbe su di lei come candidato alla Presidenza della Regione…». «Non ne so nulla, sono il felice procuratore della Repubblica di Catanzaro». E già, ci hanno provato… Né con Salvini, né col centrodestra. Neppure col centrosinistra o i cinquestelle. Nicola Gratteri, sta bene dove sta, a guidare un ufficio giudiziario che fino a qualche anno fa non aveva pm, toner e carta e che, invece, oggi, è la meta ambita da chi sogna di diventare magistrato. Un ufficio che, a ben vedere – alla luce dell’immagine desolante che la politica e le amministrazioni elettive hanno offerto di se stesse – assieme alla Procura di Reggio rappresenta uno dei pochi presidi istituzionali in cui i calabresi credono.

Informazione pubblicitaria

Un giorno, forse, ci sarà un coraggioso governo che lo farà ministro della Giustizia (investito di pieni poteri, però). O un presidente della Repubblica che lo farà premier incaricato. Ma, onestamente, Gratteri presidente della Regione, magari candidato contro Oliverio o Occhiuto, o chissà chi altro, chi ce lo vede? Gratteri parla da Vibo Valentia, che nel suo sguardo alla Calabria diventa la metafora dei problemi da risolvere. «Questa è la provincia prediletta…», dice senza infingimenti. Alcuni risultati sono già arrivati. Altri ne arriveranno. Presto, importanti, molto più importanti. A Vibo tre pm antimafia e, presto, si spera, anche il nuovo procuratore. L’indiziato numero uno è lui: Camillo Falvo, che su Vibo ha indagato, che è uno dei pm di punta della Dda di Catanzaro e che potrebbe dare una svolta ad un ufficio requirente piccolo ma agguerrito, che sotto la guida del procuratore facente funzioni Filomena Aliberti s’è difeso benissimo. LEGGI ANCHESalvini lancia Gratteri alla Regione, lui commenta da Vibo: «Sto bene dove sto» – Video