Vacche al pascolo nell’Oasi dell’Angitola, deferito allevatore di Maierato

I carabinieri sono riusciti a risalire al proprietario degli animali attraverso l’orecchino identificativo applicato alle loro orecchie

I carabinieri sono riusciti a risalire al proprietario degli animali attraverso l’orecchino identificativo applicato alle loro orecchie

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Sette esemplari di bovino sono stati sorpresi a pascolare nell’area dell’Oasi naturalistica dell’Angitola. Ad effettuare la scoperta i carabinieri di Maierato che, attraverso l’orecchino identificativo applicato alle orecchie delle vacche, sono riusciti a risalire al proprietario. Così, per G. D., 45 anni di Maierato, titolare di un’azienda agricola, è scattata la denuncia per pascolo abusivo effettuato all’interno di un’area pubblica, per di più protetta. Si tratta del quarto caso di pascolo abusivo rilevato dai militari dell’Arma locale nel territorio maieratano nell’ultimo anno e mezzo, con altrettante denunce. In tre di questi casi ad essere interessata è stata proprio l’oasi di grande pregio naturalistico gestita dal Wwf e ricadente nel Parco naturale regionale delle Serre.   

Informazione pubblicitaria