Il vice questore Giovanni Marziano lascia Vibo, al suo posto Orazio Marini

Il funzionario del locale ufficio di pubblica sicurezza destinato a Cagliari. Questa mattina la cerimonia di commiato alla presenza del questore Grassi. Il Siap: «Lascia un bel ricordo»

Il funzionario del locale ufficio di pubblica sicurezza destinato a Cagliari. Questa mattina la cerimonia di commiato alla presenza del questore Grassi. Il Siap: «Lascia un bel ricordo»

Informazione pubblicitaria
Il saluto al vice questore Marziano
Informazione pubblicitaria

Cerimonia di commiato in Questura a Vibo Valentia per il vice questore Giovanni Marziano che dal prossimo 6 maggio lascerà l’ufficio vibonese, destinazione Cagliari, dove ricoprirà il medesimo incarico. Al suo posto in arrivo Orazio Marini, già a capo della Squadra mobile di Vibo. A salutarlo questa mattina in Questura, oltre ai colleghi funzionari dei vari reparti della Polizia di Stato, anche il questore Andrea Grassi che ha omaggiato il suo vice di una targa ringraziandolo per il lavoro svolto e augurandogli ogni fortuna. 

Informazione pubblicitaria

Al vice questore Marziano sono giunti i ringraziamenti anche da parte del sindacato di polizia Siap che ha ricordato anche il congedo del prefetto Giuseppe Gualtieri che dal primo maggio lascerà l’incarico. A loro, dal Siap, «il più sentito ringraziamento per aver diretto, nei rispettivi ruoli, importanti funzioni con grande impegno, straordinaria capacità professionale e forte passione umana. La provincia di Vibo Valentia – prosegue la nota – che da tempo vive un momento storico abbastanza delicato sotto il profilo della sicurezza sociale e legale, deve tantissimo al lavoro svolto da Gualtieri e Marziano». 

Quindi è stata ricordata «la brillante esperienza del vice questore Giovanni Marziano, immediato collaboratore del questore Andrea Grassi, che si è distinto oltre che per la sua collaudata personalità anche per il calore e l’umanità con cui ha svolto il suo non facile compito. Il vice questore porta con se a Cagliari il frutto di un impegno che gli ha permesso di essere molto utile ai cittadini vibonesi, mettendo in mostra doti di grande umanità e forte coraggio investigativo. Sempre disponibile al confronto con le organizzazioni sindacali ed alla inderogabile necessità di garantire sicurezza nel lavoro, ha condiviso ogni tipo di iniziativa proposta per migliorare la qualità dell’impegno dei lavoratori della Polizia di Stato, guadagnandosi l’apprezzamento costante delle stesse forze sindacali. La sua opera quotidiana, svolta al fianco del questore Andrea Grassi e con quanti si sono spesi nella necessità di garantire sicurezza sociale a tutti i cittadini, non verrà mai dimenticata. Anche lui, come il prefetto Giuseppe Gualtieri – conclude la nota -, lascia un bel ricordo e la testimonianza di aver dato il massimo del suo impegno e del suo amore per questo territorio».