Tentata rapina alle Poste di Gerocarne: catturato un malvivente, è caccia ai complici

Due i rapinatori che hanno fatto irruzione nei locali dell’ufficio postale armati di una mazza in ferro. Una terza persona li attendeva a bordo di un'auto

Due i rapinatori che hanno fatto irruzione nei locali dell’ufficio postale armati di una mazza in ferro. Una terza persona li attendeva a bordo di un'auto

Informazione pubblicitaria
L'ufficio postale nel mirino dei rapinatori
Informazione pubblicitaria

Tentata rapina a Gerocarne. Due malviventi con il volto travisato, ed armati di mazze ferrate, hanno stamane fatto irruzione nell’ufficio postale di Gerocarne. Al momento del loro ingresso tutti i civili presenti in quel momento sono usciti frettolosamente mentre i due malviventi, con le mazze ferrate hanno rotto uno dei vetri blindati minacciando il cassiere presente al fine di farsi consegnare il denaro contante. I malviventi non hanno però potuto incassare alcunché in quanto il denaro contante era stato sistemato precedentemente in una cassaforte con apertura programmata a tempo. In considerazione di ciò, i due hanno deciso di scappare con un terzo soggetto a bordo di una autovettura Fiat Panda di colore bianco. Subito è partito l’allarme, con i militari dell’Arma della Compagnia Carabinieri di Serra San Bruno che hanno provveduto celermente ad accerchiare la zona d’interesse nel tentativo di chiudere tutte le vie di fuga. L’autovettura è stata intercettata dai carabinieri della locale Sezione Operativa solo alcuni minuti dopo nelle campagne del comune di Gerocarne. Da qui è iniziato un rocambolesco inseguimento in alcune strade sterrate e di difficile percorribilità, tanto da far richiedere l’intervento dell’elicottero dell’8°Elinucleo dei Carabinieri di Vibo Valentia e dei Carabinieri dello Squadrone Eliportato Carabinieri “Calabria”.

Informazione pubblicitaria

L’inseguimento, dapprima in macchina, ed in seguito a piedi, ha permesso di bloccare uno dei tre soggetti, un 28enne originario della provincia di Reggio Calabria, che aveva provato a nascondersi attraverso la fitta boscaglia di località San Rocco di Gerocarne, mentre gli altri due si sono dati a repentina fuga. Il soggetto è stato fermato per accertamenti ed è stato deferito alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia per le valutazioni del caso. Continuano le ricerche degli altri due soggetti nei pressi del luogo d’intervento.