Sette cuccioli abbandonati a Longobardi, l’appello dell’Enpa per trovargli una casa

L’Ente nazionale protezione animali di Pizzo chiede aiuto per trasferirli a Roccella Ionica e Villa San Giovanni dove potranno essere accuditi

L’Ente nazionale protezione animali di Pizzo chiede aiuto per trasferirli a Roccella Ionica e Villa San Giovanni dove potranno essere accuditi

Informazione pubblicitaria
I cuccioli abbandonati a Longobardi
Informazione pubblicitaria

Sta assumendo i contorni di una vera e propria emergenza quella legata al randagismo e agli abbandoni. A Vibo Valentia e provincia, i casi non si contano più tra le mancanze delle istituzioni e le cattive pratiche adoperate dai cittadini. L’ennesimo episodio si registra alle porte della città, a Longobardi. Sotto il sole cocente di una stagione estiva ormai nel vivo, sette cuccioli sono stati abbandonati a loro stessi. A scorgerli e a strapparli da morte certa, una signora del luogo. Da qui l’appello dell’Enpa di Pizzo che, tramite le pagine Facebook, lancia una richiesta per cercare di trovare loro una soluzione. L’idea, vista l’urgenza, è quella di trasferirli, anche tramite staffetta, a Roccella Ionica e  a Villa San Giovanni, dove alcune persone si sono offerte per prenderli in carico e provvedere ai loro bisogni. Un viaggio per consentire a cinque di loro di sopravvivere e raggiungere lo svezzamento.

Informazione pubblicitaria