Nuove barriere salva motociclisti sull’autostrada fra Pizzo e Sant’Onofrio

Interventi dell’Anas anche per l’allargamento della piattaforma stradale e l’aumento delle banchine laterali di sicurezza

Interventi dell’Anas anche per l’allargamento della piattaforma stradale e l’aumento delle banchine laterali di sicurezza

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Lungo l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’,  nell’ ambito dell’ importante programma di manutenzione, Anas, Società del Gruppo FS Italiane, ha previsto importanti investimenti finalizzati ad uniformare le condizioni di sicurezza e percorribilità dell’autostrada ed in particolare nelle tratte che non hanno beneficiato dei lavori di ammodernamento. Come nella tratta Pizzo-Sant’Onofrio dove, per circa dieci chilometri, sono stati avviati gli interventi di riqualificazione delle opere di protezione sia bordo laterale che spartitraffico che prevedono l’installazione dell’innovativa barriera Anas caratterizzata dal profilo ‘salvamotociclista’.

Informazione pubblicitaria

Le nuove ed innovative barriere sono state progettate e realizzate tenendo conto della particolare dinamica di un incidente su due ruote garantendo, oltre al contenimento da norma, la limitazione dei danni al motociclista a terra riducendo così il rischio di lesioni gravi e spesso mortali. Laddove possibile, contestualmente alla riprofilatuta delle scarpate, si procederà anche ad un allargamento della piattaforma stradale aumentando le banchine laterali di sicurezza e migliorando la visibilità del tracciato. I lavori saranno realizzati per stralci esecutivi utilizzando lo strumento dell’Accordo Quadro.