mercoledì,Aprile 21 2021

Tropea, il sindaco Macrì: «Un anziano concittadino mi perseguita»

Giovanni Macrì rende pubblico l’agire di un anziano abitante della Perla del Tirreno: «Forse perché non ho concesso un contributo personale al quale non aveva diritto»

Tropea, il sindaco Macrì: «Un anziano concittadino mi perseguita»

Il persecutore di Tropea colpisce ancora. È quanto si evince da un comunicato del sindaco della cittadina tirrenica, Giovanni Macrì, in cui viene denunciato l’agire molesto di un «personaggio» le cui generalità non sono state rese note dal primo cittadino: «Giorni addietro – spiega Macrì – ho ricevuto per conoscenza una denuncia contro un personaggio, già noto alle forze dell’ordine e già sottoposto a misura di sicurezza, perché responsabile di aver forato con un punteruolo le quattro tutte e quatto ruote di un’auto in sosta. La denuncia, corredata di video, identifica il soggetto in modo perfetto». Fatta questa premessa, il primo cittadino evidenzia che «questo nostro anziano concittadino ha preso di mira anche il sottoscritto, forse perché reo di non avergli concesso un contributo personale al quale ovviamente non aveva diritto, e, puntualmente, riempie la serratura del mio garage di colla in modo da impedirmi l’accesso, quindi, l’uso dei miei veicoli. In occasione dell’ultimo atto di danneggiamento/violenza privata, è stato beccato e denunciato. La polizia è in possesso di tutto». Alla luce di quanto spiegato, Macrì auspica quindi che «l’autorità giudiziaria, avuto riguardo alle condizioni di questo soggetto ed alla gravità delle azioni commesse, che, per quanto mi riguarda, impediscono e limitano anche la mia funzione pubblica, valuti l’adozione degli stessi provvedimenti già presi in passato. Comunque sia, rimango estremamente sereno in quanto nutro la massima fiducia nell’azione di prevenzione di tutte le forze dell’ordine che ringrazio per la vicinanza costante».

Articoli correlati

top